edizioni il molo

Claudio Eminenti


Eminenti Claudio è nato 15/04/1959 a Monte San Savino in provincia di Arezzo. Ha cominciato a lavorare all'età di 15 anni per aiutare la numerosa famiglia. Dopo una prima esperienza come manovale, ed una successiva come idraulico, nel 1976 è stato assunto dalla ditta Tongo Cucine di Togoleto. Nel 1982 ha preso in gestione un distributore di benzina della Esso, ma a causa dello stato di salute della moglie, gravemente malata di cuore, ha dovuto vendere tutto ed è ritornato a lavorare come dipendente per la ditta Konz di Arezzo, dove ha curato diversi settori. Nel 2001 ha acquistato la medesima ditta, nella speranza di curare la moglie e risollevarsi economicamente, ma è stato l'inizio del viaggio verso l'inferno. Di questo allucinante viaggio parleremo dettagliatamente nel nostro libro ?La Mafioneria è uno Stato perfetto?.


Claudio Eminenti - La Mafioneria è uno Stato perfetto
 

La Mafioneria è uno Stato perfetto

L'immagine della prima di copertina è una vista interna del Pantheon di Roma, il tempio degli dei. La foto rappresenta il viaggio ideale dal Male al Bene. La Mafioneria di Stato è il Male che dà l'impressione di essere invincibile e perfetto, quando invece è solo un ridicolo gigante dai piedi d'argilla. L'occhio del Pantheon può sembrare quello del ?Grande Fratello? di Orwell. Ma in primo luogo è il simbolo dell'ascensione, come diversi templi dei nativi americani Hopi e della cultura megalitica nordeuropea. Tali costruzioni hanno una cupola forata come tetto. Il foro perfetto al centro della cupola del Pantheon, 9 metri di diametro, rievoca la Resurrezione e l'Ascensione di Gesù e l'Assunzione in Cielo della Vergine benedetta. Ma, come leggerete nel libro, i simboli e i valori cristiani sono strumentalizzati dalla Mafioneria del Vaticano o Cattomassoneria. Il volume, introdotto e commentato dalla scrittrice Simona Mazza, fa vivere le storie collegate di due ribelli contro il sistema di corruzione: Massimo Festa e Claudio Eminenti. Non c'è differenza tra noi autori e voi lettori. Siamo tutti sulla stessa nave e sullo stesso pianeta. Siamo interconnessi. Diversi nomi, cognomi e riferimenti sono puntati o non specificati per ovvie esigenze di incolumità (incolumità nostra e degli altri cittadini ricattati e minacciati dalla Mafia di Stato). Massimo descrive la sua vicenda, con la sparizione delle sue cugine Silvia Vetere e Biancamaria D'Onofrio correlata al rapimento di Emanuela Orlandi. E descrive la corruzione della Pubblica Amministrazione, il traffico di droga e carne umana in Lombardia e nel Lazio, la malasanità e la malagiustizia, gli avvocati infedeli, il lavaggio del cervello e le donne schiave. Claudio descrive la sua vicenda per il settore bancario e massonico. Dalla Massoneria del Rotary ai Cavalieri di Gran Croce, dalla Banca Etruria ai fallimenti manovrati, dagli avvocati infedeli alle minacce con la pistola. Le sanguisughe di Stato truffano gli onesti. La soluzione finale è nel Pantheon. Leggete il libro e lo scoprirete...


€ 18,00     Acquista


 
PUBBLICA SU